Fano- Sergio Schiaroli, ex dipendente Snam e per molti anni presidente provinciale di Federconsumatori, autore di libri di memoria locale, non si è perso una delle cinque edizioni di Passaggi Festival.

Sergio Schiaroli è uno dei tanti fanesi ormai affezionati alla manifestazione, di cui ha seguito tutte le evoluzione: dalla prima edizione invernale a Palazzo San Michele “la sala si è rivelata subito troppo stretta per Passaggi”, al trasferimento al chiostro delle Benedettine “raccolto e silenzioso”, fino all’”esplosione” in piazza XX Settembre.

Passaggi Festival, una formula vincente

Quella degli organizzatori -commenta Sergio Schiaroli– è stata una scommessa difficile, hanno avuto coraggio perchè Fano, per certi aspetti, è provinciale e come tale diffidente verso le novità. L’idea del Festival, invece, si è dimostrata vincente e la risposta della città è stata positiva fin dall’inizio. Merito degli organizzatori che sono stati capaci di creare un pacchetto ben costruito, ospiti di massimo livello che affrontano temi di vario genere e incontri della durata massima di un’ora che si susseguono in modo serrato. Una formula vincente che trova conferma nella grande partecipazione di pubblico, piazza XX Settembre è sempre piena di gente, ad ogni incontro.

Sergio Schiaroli un fan del Festival

Un autore, un ospite che in questi anni l’ha particolarmente colpita?
Il fatto che il comitato scientifico di Passaggi Festival sia presieduto da Nando dalla Chiesa, che con il suo vissuto e la sua storia personale rappresenta il nostro Paese, già qualifica il Festival. E che dire di Sergio Zavoli che nel 2013 ha ricevuto il Premio Passaggi? Il suo intervento fu veramente commovente e il suo libro La notte della Repubblica è sul mio comodino. Straordinaria, lo scorso anno, la performance di Catena Fiorello, che io non conoscevo, divertenti Pif e la Pivetti.

Le piace farsi autografare i libri dagli autori?
Mi è capitato, ma se un libro mi interessa lo compro lo stesso indipendentemente dalla dedica.

Sergio Schiaroli e l’attesa della VI edizione di Passaggi Festival

Pronto per la nuova edizione dal 27 giugno al primo luglio?
Penso che sarà un’altra edizione di grande livello, chi ha partecipato gli altri anni è entusiasta, l’unico rammarico è che a Fano ci sia ancora qualcuno che non conosce il Festival: lo considero grave. Ritengo che ormai Passaggi Festival sia la principale manifestazione della città, su cui le Amministrazione dovrebbero puntare sempre di più anche in futuro.