fiore-storia-taccone

di Regina Taccone

 

La saggezza t’aveva già avvertito
che l’amarsi non è quel chiacchiericcio:
l’Amico non dimentica il tuo Amore,
stanti i silenzi, la distanza, il tempo!
La saggezza t’aveva già avvertito
sulle bastanti tue “piccole” cose:
minuscoli non sono il mare, il cielo,
un pesco in fiore, un dì di primavera, …
È ricco chi sta bene. E non lo sa (!),
chi, mentre s’accontenta, tende altrove,
con pacatezza e con serenità,
chi ama gli altri e non lo dà a vedere,
chi ha capito che il mondo è triste e breve:
e, se non cogli il bello della rosa,
nella sincerità d’un bel mattino
o nelle gote d’un tramonto acceso,
sprechi il tuo Tempo, in cerca di qualcosa
che non è Umano e non ti sarà dato.
La saggezza t’aveva già insegnato
a guardare d’intorno, per stupirti,
a dichiararti, senza mezzi termini,
anche se chiuso in casa, assai felice!