FANO – Mancano solo due giorni al primo appuntamento che vedrà coinvolti gli artisti selezionati per il progetto REFEST-Images and Words on Refugees Routes– inserito nell’ambito del Programma Europa Creativa, progetto che intende raccontare e documentare attraverso varie forme d’arte le storie e i percorsi dei rifugiati.

Refest: Artisti a Sarajevo da Spagna, Croazia e Italia

I trentadue artisti – otto poeti, otto illustratori e sedici fotografi- selezionati attraverso un bando nazionale dalle quattro associazioni coinvolte tra cui, in rappresentanza dell’Italia, Passaggi Cultura, partiranno domani da Spagna, Croazia e Italia per raggiungere una Sarajevo coperta dalla neve (foto di Ognjen Tomic), dove li attenderà un meeting intensivo di due giorni, organizzato dall’associazione bosniaca Urban, capofila del progetto.

In rappresentanza dell’Italia, partiranno otto poeti italiani: Anil Alessandro Biswas, Maria Grazia Calandrone, Emmanuel Di Tommaso, Loris Ferri, Franca Mancinelli, Flavia Novelli, Alessandra Racca, Guergana Radeva.

 

Refest: raccontare con versi, disegni e foto la vita dei rifugiati

Durante i giorni di attività a Sarajevo, gli artisti avranno la possibilità di stabilire un primo contatto, in vista delle residenze artistiche itineranti in programma per gennaio e febbraio 2018 nei paesi delle organizzazioni partecipanti al progetto.

Inoltre, si procederà alla divisione dei partecipanti in quattro gruppi, ciascuno composto da due poeti italiani, due illustratori spagnoli e quattro fotografi bosniaci e croati che uniranno le proprie abilità, idee e sensazioni per esprimere le mille sfumature del viaggio, della vita e delle speranze dei rifugiati, dando vita a lavori e opere inedite e soprattutto condivise.

 

Refest: a Sarajevo la prima tappa del viaggio

Infine, saranno resi noti i temi proposti dalle associazioni per ogni residenza artistica e ogni gruppo definirà di comune accordo il metodo di approccio e lavoro che utilizzerà. Non mancherà, poi, il tempo libero per visitare Sarajevo, splendida città intrisa di storia dalle forti influenze multiculturali tutte da scoprire.

“Auguriamo buona fortuna -dicono Giovanni Belfiori, presidente di Passaggi Cultura, e Carolina Rondina dello staff di Refest- ai nostri poeti e a tutti gli artisti che vivranno l’esperienza di Sarajevo, prima tappa di un viaggio geografico e culturale complesso e interessante.”