Nella seconda giornata di Passaggi Festival Claudia Zanella con Catena Fiorello ha tenuto un incontro nella chiesa di San Francesco.
Tema dell`incontro è stata la presentazione del suo libro “Meglio un giorno da vegana“.
L`autrice ha esordito presentando il suo essere vegana come la “scienza delle 3 A”: alimentazione, attività fisica ed atteggiamento.
Un aspetto che durante l`incontro è stato più volte evidenziato è come una corretta alimentazione possa poi portare ad avere una buona salute, aspetto scientificamente provato.
Lo stile di vita è, come tutti sappiamo, capace anche di cambiare i connotati fisici.

Avvicinamento al veganismo

Claudia Zanella ha raccontato di essersi avvicinata al veganismo per caso, quando 12 anni fa entrò per la prima volta in un ristorante vegano macrobiotico. Poco tempo dopo, appassionatasi profondamente a questo nuovo stile di vita, si laureò in naturopatia scientifica.
Da quel momento ha iniziato ad interessarsi ad uno stile di vita improntato, come ha affermato ella stessa, a “sfiammare” il corpo.
Esistono infatti degli alimenti realmente sfiammanti che agiscono sulle cellule del nostro corpo e che ora più che mai sono importanti, dal momento che l`infiammazione è considerata essere la malattia di questo secolo.

Sport, sport ed ancora sport

Oltre a seguire una corretta alimentazione è anche necessario fare sport, sudare nel vero senso del termine. la cosa più semplice è la corsa, ma anche qua attenzione: che ci crediate o no la differenza tra una corsa su un tapis roulant ed una in un parco è grande.
Correre in un parco ci permette infatti di assorbire i colori che vediamo attorno a noi e la scienza ci rassicura circa il buon esito della cromoterapia.

Consigli utili e vere perle

L`incontro si è poi concluso con una serie di consigli che Claudia Zanella ha offerto a tutti i presenti.
In primo luogo va sottolineata l`inutilità di un cambiamento repentino nelle proprie abitudini, alimentari e non, le rivoluzioni estreme non portano a nulla. Ci fanno solo tornare al punto di partenza più demoralizzati che mai.
Il primo consiglio è quello di procurarsi cibi integrali e non raffinati (pane integrale anziché pane bianco ad esempio). Il secondo consiglio è quello di iniziare il pranzo e la cena mangiando un po` di verdura cruda, aumentando così il senso di sazietà ed evitando invece di far aumentare il numero dei globuli bianchi.

Una nozione must have è poi sapere che, contrariamente a quanto si pensa, bere troppo è nocivo quanto il non bere. Non crediate assolutamente che bere 4 litri di acqua al giorno aiuti l`organismo.
Ultimo consiglio è mangiare la frutta lontano dai pasti. La frutta è infatti piena di zuccheri che il nostro organismo fatica a digerire soprattutto se è già impegnato a digerire altri cibi. In definitiva sì alla frutta ma attenzione a quando mangiarla.

Tutto questo è però da accompagnarsi ad un atteggiamento il più possibile positivo, che ci permetta di vivere serenamente. Talvolta è meglio lasciare che la vita faccia il suo corso evitando di arrovellarsi troppo.