Giovedì 28 giugno si è aperta la rassegna Piccoli AsSaggi con la presentazione del libro “Coco. Vita di Coco Chanel” di Lorenza Tonani. Prima dell’intervento della scrittrice, Valeria Patregnani, responsabile dei servizi bibliotecari di Fano, ha speso qualche parola per spiegare ai presenti cosa fosse la nuova rassegna di Passaggi Festival dedicata ai piccoli lettori. Il tema principale dell’intero festival, Il Paese delle Donne, è al centro dei quattro incontri che si tengono nelle sale della mediateca Montanari. Si discute infatti di grandi donne che attraverso il loro talento si sono distinte in diversi ambiti (moda, diritto, scienza, sport). Un altro protagonista è il mondo dell’editoria per bambini e ragazzi, il quale, come sottolinea Valeria, è un mondo soprattutto al femminile.

 

Per aspera ad astra: vite di donne coraggiose

Lorenza Tonani è la direttrice editoriale di Hop! Edizioni. Si è laureata in storia dell’arte e prima di fondare la sua casa editrice ha lavorato per diverso tempo in biblioteca e poi nella curatela delle mostre. Il suo impiego era più vicino al mondo dell’editoria di quanto si possa pensare, infatti aveva il compito di compilare cataloghi di libri e di intrattenere i rapporti con gli autori. Nel 2011 la sua vita ha subito una grande svolta quando si è imbattuta in una vignetta di una fumettista francese riguardo le donne e i loro problemi quotidiani. Nasce così il suo interesse verso il fumetto che l’ha portata a realizzare una serie editoriale basata su strisce al femminile. Nel corso della sua professione di editrice Lorenza Tonani ha ideato la collana “Per aspera ad astra” composta da albi illustrati che presentano figure femminili importanti e interessanti: Madonna, Maria Callas, Audrey Hepburn, Virginia Woolf, Frida Kahlo, Coco Chanel e Marina Abramovic. Queste donne sono apparentemente molto diverse tra loro, ma in realtà sono tutte accumunate da una grande forza di volontà, da tenacia e coraggio. Inoltre tutte hanno avuto una vita piena di insidie e periodi difficili (aspera) dai quali sono riuscite a riprendersi grazie alle loro qualità fino ad arrivare al successo (astra). Questa collana si pone l’obbiettivo di far conoscere ai lettori aspetti meno noti, ma fondamentali della vita di donne che hanno cambiato i settori in cui si sono imposte. La scrittrice dell’intera collana è la stessa Lorenza Tonani, che ha preferito omettere il proprio nome dalla copertina per dare maggior risalto a quello dell’illustratrice sottolineando il potere che hanno le immagini di emozionare il lettore e di rendere la storia più avvincente. Questo pensiero deriva sicuramente dalla formazione di Lorenza legata all’arte e alle mostre (nella quale ad aver importanza è il quadro e non tanto la didascalia).

La vera storia di Coco Chanel

Gabrielle Bonheur Chanel non ha avuto un’infanzia facile: figlia di nomadi, dopo la morte della madre è stata lasciata dal padre in un orfanotrofio all’età di dodici anni. Ha imparato a cucire dalla zia e quando si trasferisce in un noviziato inizia la professione di sarta, ma la sua vera passione è il canto. Non essendo riconosciuto il suo talento nel mondo della musica torna ad occuparsi di sartoria e riesce a farsi aprire una modisteria dal suo compagno prima a Parigi e, con l’avvento della guerra, in città più tranquille. In questo periodo Chanel inizia a farsi conoscere dai francesi, Il suo stile è già inconfondibile: crea capi comodi, semplici e innovativi. Dopo una storia d’amore conclusa con una tragedia (il suo nuovo compagno inglese muore in un incidente automobilistico) anche la sua professione ha un momento buio. Dopo varie rivolte delle sue operaie Coco è costretta a chiudere la sua casa di moda fino al ’54. Quando riapre però i suoi prodotti non sono più apprezzati dai suoi concittadini. La sua impresa si riprende solo quando viene conosciuta dagli americani. Così Coco Chanel riuscì a creare il suo impero e con il quale fonda un nuovo concetto di eleganza: i vestiti non servono più a rendere le donne apprezzabili dagli uomini, ma le devono lasciare libere di lavorare ed esprimersi.
La scrittrice Lorenza Tonani termina l’incontro annunciando delle possibili nuove donne da aggiungere alla collana “Per aspera ad astra”: Jane Austen, Sarah Jessica Parker (protagonista di Sex and the city), le principesse Diana e Meghan Markle e la fotografa Diane Arbus.