corpuscoli-di-krause-alborghetti

Corpuscoli di Krause
di Fabiano Alborghetti, Gabriele Capelli Editore

Raccolta completamente diversa da qualunque cosa abbia precedentemente pubblicato in volume questi Corpuscoli di Krause di Fabiano Alborghetti. Poeta solitamente di largo respiro, noto per i romanzi in versi o le ampie narrazioni in poesia, ecco che per la prima volta si confronta con una dimensione più breve restando però fedele alla sua vena civile più profonda, intima, senza mai indulgere al sentimentalismo o al compiacimento retorico.
Alborghetti ha fatto della categoria del sogno – e non solo della realtà sociale – una sorta di nostalgia ontologica, una stagione creativa che brucia la realtà.
La realtà di questi Corpuscoli è multiforme: franamenti, pandemie, i conflitti della storia umana spesso inumana e impietosa, dove il tempo affretta e la cronaca parla sempre più dal fondo. A combatterne i disorientati contrasti, a ricucirne i brandelli, ecco lo spiraglio di un punto di domanda. Corpuscoli, sollecitazioni termiche e sensoriali che emergono. Sono istanti, respiro. Forse una traccia.



21/06/2022 – Orario: 21:00 - 22:00 – Luogo: FanoChiesa di San Francesco

FABIANO ALBORGHETTI, “Corpuscoli di Krause” (Gabriele Capelli Editore)
LAURA DI CORCIA, “Diorama” (Edizioni Tlon)
Gli Autori conversano con MILENA MAGNANI (Scrittrice e editore)


0


CONDIVIDI!