“Bisogna che le donne in Italia capiscano che è ora di far fronte comune e che si devono superare le diversità per essere più forti insieme”.
Sono queste le parole con cui venerdì 29 giugno si è aperto il secondo appuntamento della rassegna Grandi Autori.
L`autrice Tiziana Ferrario ha presentato il suo libro “Orgoglio e pregiudizi. Il risveglio delle donne ai tempi di Trump” conversando con Catena Fiorello.

Confronto tra America ed Italia

Nel suo libro Tiziana Ferrario ha sempre confrontato Italia ed America, sperando che ciò porti un giorno nel nostro paese ad un cambiamento come quello verificatosi in America. Questo perchè in America sono accadute molte cose ultimamente. Innanzitutto l’elezione di Hillary Clinton ha aperto una strada importante per le donne: la candidatura femminile a Presidente degli Stati Uniti d’America, una cosa sicuramente non da poco. In secondo luogo poi, dopo l’inaspettata vittoria di Trump, le donne americane hanno fatto fronte comune. Hanno capito di dover essere unite e di dover superare le diversità che caratterizzano ciascuna donna.
Va comunque ricordato che in America il 53% delle donne bianche ha deciso di votare Trump, interessate più alle sue capacità negli affari che alla sua morale.

Donne: incentivo all’economia

La Ferrario afferma di non aver visto in Italia un risveglio femminile simile a quello avvenuto in America e nel frattempo gli economisti continuano a dire che serve più presenza femminile nei posti di lavoro ma le cose continuano a rimanere immutate.Le donne servono fuori da casa e parità significa ormai ricchezza economica per il paese, come alcuni paesi hanno ormai capito.

L’importanza dei papà

L’augurio del’autrice è che però anche molti uomini leggano il suo libro, soprattutto i papà. I padri sono infatti importanti per le figlie femmine perché sono loro che fanno sentire le figlie persone di valore.

Una nuova speranza

Le cose poi potrebbero migliorare grazie all’ attuale Parlamento italiano, composto per un 34% di donne, percentuale più alta mai raggiunta nella storia italiana. Eppure le cose non cambiano e la parte femminile all’interno del Parlamento ancora non si è fatta sentire, le donne non si vedono e non si sentono in un tempo ormai in cui c’`e bisogno di fatti concreti.
Come dice Tiziana Ferraio:”I numeri di per sé non contano, contano il coraggio e la fiducia in se stessi ed è per questo che io mi aspetto molto da questo Parlamento.”

Piccole azioni per fare la differenza

La differenza è possibile farla in famiglia, basta che si dividano equamente compiti e responsabilità, così da arrivare un giorno ad importanti passi avanti come la parità negli stipendi. Non bisogna spegnere sogni e passioni e bisogna essere educati fin da bambini per non rimanere schiacciati dai meccanismi della società.

Questa coscienza va instillata in ognuno, così da avere un giorno un’Italia migliore.