emicrania-gyurkovics-tamas

Emicrania. Storia di un senso di colpa
di Tamás Gyurkovics, Bottega Errante

Un romanzo sui rimorsi dei sopravvissuti ai campi di concentramento.
Il protagonista è Ernő Spielmann, che nel 1944 venne deportato insieme alla sorella gemella Magda ad Auschwitz-Birkenau dove Josef Mengele selezionava le coppie di gemelli per i suoi esperimenti.
Spielmann parlava diverse lingue, era un uomo adulto con esperienza di vita militare, quindi Mengele lo nominò “Zwillingsvater”, kapò delle coppie di gemelli di sua “competenza”. Spiegel si occupò delle coppie di giovani gemelli anche dopo la liberazione da Auschwitz: intraprese con i gemelli un lungo viaggio irto di difficoltà quasi insormontabili per un’Europa distrutta e riuscì a riportare quasi tutti a casa.
Così Spielmann, il mite e silenzioso contabile divenuto ormai israeliano, soffre di emicrania ricorrente legata a questo rimorso, in famiglia nessuno sa della sua storia, e invece di considerarsi un eroe si sente colpevole.



23/06/2022 – Orario: 23:00 - 23:59 – Luogo: FanoChiesa di San Francesco

TAMÁS GYURKOVICS, “Emicrania. Storia di un senso di colpa” (Bottega Errante)
L’Autore conversa con GIULIA CIARAPICA (Scrittrice e critica letteraria)


0


CONDIVIDI!