Seleziona una pagina

LIBRI 2018

Pagina a cura di Alessandra Rossi

ABBASSO LA TOLLERANZA. MANUALE DI RESISTENZA ALLO SFASCISMO

La tolleranza è uno dei pilastri della vita civile ed è condizione necessaria della libertà, ma proprio per questo deve avere un limite: non è giusto, ed è molto pericoloso, essere tolleranti con coloro che vogliono privarci delle nostre libertà. La consapevolezza dei problemi che l’Italia e il mondo devono affrontare non può indurci a essere catastrofisti, ma deve costringerci a combattere ogni giorno contro i professionisti della lagna. In questo pamphlet dissacrante e ottimista, Claudio Cerasa ci fornisce una carrellata di utili argomenti di discussione tratti dalla cronaca e dal dibattito politico-culturale, e prende di mira i pessimisti a oltranza, i protezionisti corporativi, i duri e puri per i quali tutto è bianco o nero, i rancorosi, i nostalgici del buon tempo andato che negano l’evidenza (oggi si vive meglio che in qualunque epoca passata), gli incompetenti orgogliosi di esserlo, i teorici della cospirazione, i nemici della scienza, la classe dirigente che si trasforma in classe digerente, gli ingenui (o i troppo furbi) per i quali ciò che è virale conta più di ciò che è reale e un algoritmo conta più della democrazia. Per resistere alla dittatura del politicamente corretto e alla democrazia dei creduloni, Cerasa scrive un libro innovativo che celebra azioni impopolari e ormai provocatorie: la rivoluzione del buonsenso e la necessaria ribellione contro i professionisti dello sfascio.

Venerdì 22 giugno, ore 21

Cortile dei Musei Civici – Palazzo Mosca – Pesaro

presentazione del libro con l’autore Claudio Cerasa

“Aspettando Passaggi”

COSÍ HO DIGERITO FACEBOOK

“Sono entrato in Facebook un anno e mezzo fa. Con curiosità, con pudore, con un pizzico di diffidenza, con trasparenza, con sincerità. Credo con impegno e serietà ho scritto, ho raccontato, mi sono confrontato con franchezza e disponibilità. Ho condiviso emozioni, ricordi, pezzi di vita. Ho cercato di tenere dritta la barra della civiltà pare che la cosa sia riuscita abbastanza bene. Ora è arrivato il momento di fare un altro piccolo salto.” Questo scriveva Marino Bartoletti in Bar Toletti. Così ho digerito Facebook (Minerva, 2017). E ci ha preso gusto, Marino con la sua penna appassiona- ta e ironica. Senza tradire se stesso e il suo modo di fare giornalismo, infatti, ha mescolato riflessioni e anniversari, ricorrenze e vicende di cronaca, storie mai ascoltate e riletture di quanto si riteneva ormai esplorato ed esaurito. In questo nuovo volume, Bar Toletti. Così ho digerito Facebook, che raccoglie i post di quasi un anno (giugno 2017- aprile 2018), Bartoletti ricorda con sincero affetto grandi italiani come Paolo Villaggio, Paolo Limiti, Sergio Endrigo, Bruno Lauzi, Aldo Biscardi, fino a Fabrizio Frizzi. Con un pizzico di nostalgia, rievoca grandi magazine come il “Guerin Sportivo” o “Calcio 2000” e i programmi televisivi che hanno fatto storia, come “Quelli che il calcio”. E ancora racconta, commentandoli sempre con garbo e professionalità, episodi di vita quotidiana e di cronaca, non soltanto sportive: Amatrice dopo un anno dal sisma, il Festival di Sanremo di Claudio Baglioni, la Giornata della Memoria, la Nazionale di calcio italiana, il Mondiale mancato e tanti altri avvenimenti che riguardano e appassionano il nostro Paese.

Mercoledì 27 giugno, ore 21.15

Piazza XX Settembre

Presentazione del libro con l’Autore Marino Bartoletti e Patrizia Ginobili (Rai Tgr Marche)

Rassegna “Grandi Autori”

RICOMINCIO DAI TRE

 

“La musica l’ho amata. E la amo ancora. Il mondo della musica meno, al di là del fatto che negli anni è tanto cambiato. Ma infondo anch’io ho saputo cambiare con esso e così la vita mi ha regalato nuovi incontri e nuove idee, per continuare. Non dirò tutto, naturalmente. Dirò quel che basta per far annusare le atmosfere, le regole e le eccezioni di un ambiente difficile e crudele come sono tutti gli ambienti, specie quando i soldi che ci girano sono tanti. Dirò quel che basta per parlare un po’ di me e di come le vite degli artisti che ho creato si sono intrecciate con la mia.”
Michele Torpedine

Un viaggio lungo quarant’anni attraverso la grande musica italiana, quella che ha varcato i confini nazionali per affermarsi nel mondo. In queste pagine, godibili come solo la narrazione di una straordinaria avventura può essere, l’autore racconta se stesso e tutti i successi di cui è stato artefice, mettendosi a nudo senza remore, ma anche e soprattutto ci parla di grandi personaggi della nostra musica leggera: dai suoi inizi con Orietta Berti a Gino Paoli, Ornella Vanoni, Zucchero, Pino Daniele, Gianna Nannini, Luciano Pavarotti, Andrea Bocelli Giorgia, Cristiano De Andrè, Biagio Antonacci. Mille episodi inediti che li hanno visti protagonisti e che nemmeno i loro fan hanno mai conosciuto, fino ad arrivare alla sua ultima “creatura”: Il Volo, il trio nato sotto la sua guida che sta ottenendo un successo mondiale. Per Michele, davvero un “ricominciare dai tre…”, con la stessa passione che ha sempre ispirato le sue imprese e la gratitudine per tutti coloro che lo hanno aiutato e gli sono stati vicini.

Mercoledì 27 giugno, ore 21.15

Piazza XX Settembre

Presentazione del libro con l’Autore Michele Torpedine e Patrizia Ginobili (Rai Tgr Marche)

Rassegna “Grandi Autori”

DI CUORE E DI CORAGGIO. LA MIA STORIA, LA MIA CUCINA

Avere una passione più forte di ogni condizionamento è cosa preziosa, soprattutto se è così intensa da far deragliare un percorso intrapreso, da portare a investire giovanissimi in un’impresa, a cimentarsi in una disciplina che non è gentile con il gentil sesso, a farlo in un luogo del cuore e non “opportuno”, a sfidare la sorte e a vincere. In questo libro Antonia, prima donna giudice di Masterchef Italia, si racconta con coraggio e ci apre le porte del suo mondo. Un itinerario biografico ed emotivo nella creazione della cucina di Antonia. Un ricco ricettario che richiama alla terra (ai colori, gli odori e i sapori del bosco e dell’orto), ma anche alla famiglia (alle etnie, identità e grandi tradizioni culturali e gastronomiche).

Giovedì 28 giugno, ore 19

Piazza XX settembre

Presentazione del libro con l’Autrice Antonia Klugmann, Alessandra Longo (La Repubblica) e Alfredo Antonaros (Scrittore e critico enogastronomico)

Rassegna “Grandi autori”

IMPERI CRIMINALI. I BENI CONFISCATI E IL FALLIMENTO DELLO STATO

Sempre più ricche e sempre più nascoste, le mafie ripuliscono i loro soldi dentro e fuori i confini nazionali. Nell’era della comunicazione senza frontiere, al passo con i tempi, le organizzazioni criminali italiane si alleano con quelle straniere per una spartizione del potere che non è più geografica ma rigorosamente economica. È valutato intorno ai 30 miliardi di euro il patrimonio confiscato in questi ultimi anni a Cosa Nostra, ’Ndrangheta e Camorra. Un tesoro che lo Stato non ha saputo gestire. Più si sono moltiplicati i sequestri dei beni, più è affiorata – fra scandali e ritardi e fallimenti – l’inadeguatezza di agenzie governative e apparati giudiziari. Una “guerra” contro le mafie che, al momento, è persa.

Giovedì 28 giugno, ore 21

Piazza XX settembre

Presentazione del libro con l’Autore Attilio Bolzoni, Letizia Battaglia (fotografa) e Adriano Turrini (Presidente Coop Alleanza 3.0) e Giorgio Santelli (Rainews24)

Rassegna “Grandi Autori”

IMMIGRAZIONE. CAMBIARE TUTTO

Le migrazioni ci sono. Sono sempre di più e saranno ancora di più in futuro. Non è più il tempo dei problemi senza risposta: è il momento delle soluzioni. L’immigrazione è un fenomeno strutturale da decenni. Tuttavia è sempre stato affrontato in termini di emergenza, come fosse un fatto episodico. Ma l’estensione, la qualità e la quantità del processo sono tali da esigere una soluzione complessiva, che non sottovaluti il malessere diffuso nell’opinione pubblica. L’immigrazione irregolare, il trafficking (i suoi costi e i suoi morti), i salvataggi, i respingimenti, la gestione dei richiedenti asilo con le sue inefficienze, le forme dell’accoglienza. E ancora, i problemi legati ai rimpatri, alla cittadinanza, alle implicazioni delle diverse appartenenze religiose: è urgente e necessaria una riflessione critica onesta su tutte le questioni che accompagnano le migrazioni attuali, affrontando quelle più spinose, con il coraggio di proposte radicali.

Giovedì 28 giugno, ore 22

Piazza XX settembre

Presentazione del libro con l’Autore Stefano Allievi, Marco Minniti (Politico), Alessandra Longo (La Repubblica) e Marino Sinibaldi (Direttore Rai Radio 3)

Rassegna “Grandi Autori”

MEGLIO UN GIORNO DA VEGANA

«In queste pagine vorrei provare a spiegare perché la scelta vegana è una scelta salutare, cercando di farlo con parole semplici, di tutti i giorni, proprio come farebbe un’amica.» Fino a pochi anni fa Claudia Zanella, modella e attrice, non sapeva nulla di corretta alimentazione, né si preoccupava in modo particolare della propria salute. Una trattoria romana e un video spedito da un’amica hanno cambiato per sempre la sua vita e il suo modo di nutrirsi. Claudia è ora naturopata e vegana convinta, impegnata con competenza, simpatia e dolcezza a cambiare anche la vita di chi le sta a cuore. In questo libro racconta come è riuscita a trasformare il suo modo di mangiare, di fare la spesa, di cucinare. Il suo è un percorso che propone un vero e proprio stile di vita per conquistare salute e benessere con il sorriso. Spiegato da lei sembra persino facile e divertente!

Giovedì 28 giugno, ore 18

Chiesa di San Francesco

Presentazione del libro con l’Autrice Claudia Zanella e Catena Fiorello

Rassegna “Passaggi con Catena”

COCO

Gabrielle Coco Chanel incarna ancora oggi l’emblema della donna imprenditrice. Ha dimostrato a tutti e a tutte che con il solo lavoro è possibile arrivare laddove nessuno era arrivato prima: a costruire una fortuna immensa contribuendo in modo determinante alla causa femminile. Chanel ha infatti restituito alle donne la libertà e l’ha fatto attraverso la moda, eliminando busti, velette e imbottiture che ne limitavano i movimenti e definivano l’immagine femminile come immagine di fragilità e leziosità. Ricordata per il suo stile e il suo carattere inconfondibili – con le  larghe narici, gli occhi vispi, il caschetto corto, la sigaretta tra le labbra, le forbici al collo e la verve polemica  – rappresenta la donna sicura, sola e autosufficiente, amante delle arti e del lavoro. La sua è la storia di un’incredibile ascesa: la rivincita della contadina. Figlia di ambulanti, divenuta ricchissima e celebre in tutto il mondo, da adulta ha rinnegato le umili origini e l’infanzia trascorsa in orfanatrofio e ha costruito una biografia personale, mistificando la realtà. Il libro ripercorre invece la vita rinnegata, illustrando le ascese e le cadute di Coco, dai tentativi fallimentari di diventare cantante di caffè-concerto all’umiliazione di essere l'”irregolare” di Etienne de Balsan, dalle prime attività come modista a Parigi e Deauville fino alla nascita dell’impero Chanel con la collaborazione dell’adorato Boy Capel. Per non dimenticare il rapporto con la spia tedesca Spatz, l’accusa di collaborazionismo con il regime nazista e la fine della casa di moda, gloriosamente rinata negli anni Cinquanta, con il favore americano. Elena Triolo ha elaborato – con il suo tratto sicuro e graffiante – un’interpretazione fiera e altera della stilista, non senza un tocco di ironia. Ha scelto di utilizzare una palette giocata esclusivamente sui colori base della moda Chanel.

 

Giovedì 28 giugno, ore 17

Mediateca Montanari Memo

Presentazione del libro con l’Autrice Lorenza Tonani e Valeria Patregnani (Direttrice Sistema Bibliotecario Fano)

Rassegna “Piccoli asSaggi – La saggistica per diventare grandi” (età consigliata: dai 10 anni)

PER FORTUNA FACCIO IL PROF

Questo non è un libro di denuncia dei mali dell’università. Non si parla dello Stato che non investe nella ricerca, e nemmeno delle distanze siderali tra impianti, aule, tecnologie didattiche degli atenei italiani d’eccellenza e quelle dei maggiori atenei stranieri. E nemmeno delle borse di studio e degli stipendi, o delle leggi e delle burocrazie. Questo libro è un inno alla bellezza dell’insegnare e del vivere in università. Racconta il piacere delle sfide culturali, la meraviglia dell’incontro con le generazioni più giovani, la scoperta di realtà e sentimenti sempre nuovi, la ricchezza nascosta dei percorsi collettivi. Narra la fortuna di vedersi affidate dal destino giovani vite in cerca di senso e di diventarne parte. Spiega che la cultura scientifica può farsi cultura civile e propagarsi, a un certo punto, come incendio nella prateria.

Venerdì 29 giugno, ore 19

Piazza XX settembre

Presentazione del libro con l’Autore Nando Dalla Chiesa, Simonetta Fiori (La Repubblica) e Moni Ovadia (Artista)

Rassegna “Grandi Autori”

ORGOGLIO E PREGIUDIZI. IL RISVEGLIO DELLE DONNE AI TEMPI DI TRUMP

Questo libro comincia una mattina a Washington, il 21 gennaio 2017, giorno della marcia storica di un milione di donne contro il presidente Trump, e attraversa in presa diretta gli Stati Uniti fino ad arrivare in Italia. Un viaggio ricco di incontri e storie appassionanti, spesso difficili, molte delle quali sconosciute. Un racconto intenso, che cattura pagina dopo pagina sempre tenendo ferma l’attenzione sui fatti e su cosa resta da fare per raggiungere una reale parità. Le donne sono tornate ad alzare la voce chiedendo stesse opportunità di carriera, stessi salari e diritti. Dalle campionesse dello sport alle scienziate più geniali, dalle attrici di Hollywood a tante donne comuni che si stanno preparando per entrare in politica alla ricerca di una rivincita. Dai corsi dedicati alle bambine sull’autostima alle esperienze nei college, dove si cerca di arginare il dramma degli stupri. E ancora le giornaliste delle redazioni più importanti al mondo che hanno affrontato sfide eccezionali a testa alta. Leggerete storie di donne famose come quella di Megyn Kelly, star tv di Fox News e NBC, che ha osato sfidare Trump in diretta tv, e storie di donne sconosciute, ma altrettanto potenti, come la libraia italiana che promuove la diffusione dei libri di scienza alle ragazze (perché scienza e matematica non sono appannaggio dei maschi, anzi). Sempre con l’attenzione puntata sul nostro paese, dove tanta strada è stata fatta ma tanta ne resta ancora da percorrere per una società più equa. Questo libro ci aiuta a vedere dove siamo arrivati. Le storie che incontrerete saranno un ottimo spunto di riflessione per riaprire un dialogo e affrontare il cammino che rimane, uomini e donne insieme.

Venerdì 29 giugno, ore 21

Piazza XX settembre

Presentazione del libro con l’Autrice Tiziana Ferrario e Catena Fiorello

Rassegna “Grandi Autori”

GENERARE DIO

La figura della Vergine col suo bambino ha svolto un ruolo straordinario nella civiltà europea. Attraverso questa immagine, che assume forme diversissime, che è chiamata e invocata con nomi anche contrastanti, questa civiltà non ha pensato soltanto il proprio rapporto col divino, la relazione di Dio con la storia umana, ma l’essenza stessa di Dio. Perché Dio è generato da una donna? Pensare quella Donna costituisce una via necessaria per cogliere quell’essenza. E le grandi icone di quella Donna, come la Madonna Poldi Pezzoli del Mantegna, non sono illustrazioni di idee già in sé definite, bensì tracce del nostro procedere verso il problema che la sua presenza incarna.

Venerdì 29 giugno, ore 22

Piazza XX settembre

Presentazione del libro e della collana de Il Mulino “Icone, pensare per immagini” con l’Autore Massimo Cacciari e Pietro Del Soldà (Rai Radio 3)

Rassegna “Grandi Autori”

GENERAZIONE H

Senza, non riescono a stare. Vivono immersi nello schermo dello smartphone, o in quello del pc, perennemente connessi tra loro e con il mondo, ma spesso sconnessi dalla realtà. Sono le nuove generazioni, dai Millenials in poi, “nativi digitali” e cittadini virtuali del mondo intero. A tavola, a scuola, al cinema, al bar, non se ne separano mai, e il timore più grande è non avere campo o credito. Le storie di ragazzi che hanno rischiato di perdersi nel mondo virtuale mostrano i pericoli dell’uso incontrollato del web, ma dimostrano anche che affrontarli senza demonizzarlo è possibile, e indispensabile. Con il contributo di genitori, insegnanti ed educatori, per proteggere il capitale più grande di ogni società: il benessere psicofisico dei giovani.La psicologa Maria Rita Parsi indaga sulla “Generazione H”, la generazione di ragazzi esposti sin dalla più tenera età alla seduzione del web.

Venerdì 29 giugno, ore 23

Piazza XX settembre

Presentazione del libro con Maria Rita Parsi, Generazione H (Piemme) e Andrea Coffari, Rompere il silenzio. Le bugie sui bambini che gli adulti raccontano a se stessi (Laurana). Con Maria Novella De Luca (La Repubblica)

Rassegna “Grandi Autori”

ROMPERE IL SILENZIO

Un libro di denuncia, scomodo, unico nel suo genere, “rompe il silenzio” sul tabù della violenza sui bambini, sulle donne, sulle madri. Con uno stile giornalistico, ma con un rigore scientifico, l’autore, dopo una ricostruzione storica di svelamento dei modelli adultocentrici, nella seconda parte ricostruisce l’azione sociale e culturale di una nutrita schiera di intelletuali favorevoli alla pedofilia; infine affronta il tema del “negazionismo” criticando i “cattivi maestri” che hanno contribuito a diffondere una cattiva e falsa “scienza” (la Sindrome di Alienazione Parentale – PAS – La Sindrome del Falso Ricordo – Le false denunce, ecc.) contro i diritti dei bambini e delle donne.

 

Venerdì 29 giugno, ore 23

Piazza XX settembre

Presentazione del libro con Maria Rita Parsi, Generazione H (Piemme) e Andrea Coffari, Rompere il silenzio. Le bugie sui bambini che gli adulti raccontano a se stessi (Laurana). Con Maria Novella De Luca (La Repubblica)

Rassegna “Grandi Autori”

MENOPAUSA PIÙ VITA

Succede un giorno, quasi all’improvviso. O, perlomeno, all’improvviso ci rendiamo conto che qualcosa in noi sta profondamente cambiando. Nel nostro fisico, nel nostro umore: piccoli grandi fastidi, malinconie inspiegabili. Si manifestano così i primi sintomi della menopausa: per alcune già dai 40 anni, ma mediamente attorno ai 50. Poiché ora l’aspettativa di vita media femminile arriva a 85 anni, davanti a noi abbiamo tre decenni abbondanti, una seconda metà dell’esistenza da affrontare al meglio. Questa, la contabilità. Diventa cruciale dunque informarsi. Perché la menopausa coinvolge il corpo, la mente, l’immagine di noi stesse e quindi come ci vedono gli altri: dalle vampate all’insonnia, dalle ultime indicazioni sulle terapie ormonali e naturali a una nuova sessualità, è essenziale valutare tutte le tematiche senza tabù ma nemmeno superficialità, senza pregiudizi ma nemmeno partigianerie. L’approccio dell’autrice, da giornalista e da donna, è semplice e confortante: ogni argomento è trattato da un panel di 10 esperte rigorosamente al femminile (ginecologa, nutrizionista, farmacista, psichiatra, medico estetico, omeopata, reumatologa, ma anche cosmetologa, estetista e parrucchiera). Domande mirate e risposte chiare che ci danno la possibilità di formarci una nostra fondata opinione.

 

 

Venerdì 29 giugno, ore 18

Chiesa di San Francesco

Presentazione del libro con l’Autrice Elena Mora

Rassegna “Passaggi con Catena”

MARE D’INVERNO

A vent’anni dal suo ultimo volume uscito nello Specchio, Una quieta polvere, Vivian Lamarque torna ai suoi lettori con un’opera dedicata agli affetti familiari, in particolare per la madre scomparsa (anzi, per le madri: quella biologica e quella adottiva); affronta inoltre in questi versi alcuni temi a lei cari come il trascorrere del tempo, mentre riappare la fresca molteplicità della vita, “la bella famiglia d’erbe e di animali”.

Venerdì 29 giugno, ore 21.15

Chiesa di San Francesco

Presentazione del libro con l’Autrice Vivian Lamarque, Stefano Semeraro (Direttore Versodove) e Fabrizio Lombardo (Poeta e curatore rassegna). In collaborazione con la rivista Versodove

Rassegna “Passaggi diversi”

PER VIRTÙ D’ERBE E D’INCANTI. LA MEDICINA DELLE STREGHE

Uno sguardo sulla tradizione magica delle “streghe” nella dimensione della cura, che l’Autrice non aveva sviluppato nel precedente “Medichesse”, consapevole che una materia tanto ricca quanto delicata non avrebbe trovato un contenitore adeguato nello spazio ristretto di un capitolo. Streghe. L’Autrice ha scelto di usare questa parola perché è una parola di cui la storia si è appropriata, anche se in modo indebito e distorto, sottraendola all’universo degli archetipi e delle mitologie e rimodellandola in un progetto consapevole di svilimento dei saperi e dei poteri femminili. Una parola che ha attraversato i secoli come un brivido, segnando uno dei capitoli più vergognosi. E’ importante continuare a parlare di streghe per smettere di bruciarle. Ed è importante continuare a onorarne il ruolo fondamentale di curatrici per ricordare che la loro presenza è stata una presenza gentile, i loro sussurri misteriosi incantesimi di guarigione. Una guarigione “altra”, fatta di umana partecipazione, di sensibilità femminile, di ascolto, di sacralità, di simbolo.

Venerdì 29 giugno, ore 17

Chiesa di San Francesco

Presentazione libro con l’Autrice Erika Maderna e Stefania La Badessa (Farmacista e Scrittrice)

Rassegna “Passaggi di Benessere”

GLI ARCANOIDI

Si può raccontare un’epopea di un popolo con solo sei esseri e qualche cespuglio? Con quest’opera Maicol&Mirco (Gli Scarabocchi di Maicol&Mirco) urlano SÌ. I geniali autori ci trascinano su un pianeta fuori dal tempo, teatro di una mostruosa, epica e sanguinaria avventura: l’ascesa e soprattutto la caduta del popolo Arcanoide. Un film dei Barbapapà girato da Lars Von Trier. Trattenete il fiato, che questo libro ve lo ruba.“Gli Arcanoidi. Morte avventura e basta”.

Venerdì 29 giugno, ore 19.00

Palazzo de Pili

Presentazione libro con gli autori Maicol & Mirco e con Alessio Trabacchini (Fumettologica, Bilbolbul Festival)

Rassegna “Passaggi fra le Nuvole”

FRANCA VIOLA. LA RAGAZZA CHE DISSE NO

Beato il popolo che non ha bisogno di eroi. Ma purtroppo quel popolo ancora non esiste, e senza eroi saremmo perduti. Non stiamo parlando di individui con tutine attillate e superpoteri: la ragazza che nel 1965, all’età di 16 anni, ha cambiato per sempre il corso della Storia italiana era una persona normalissima, vive tuttora in un piccolo paese vicino a Palermo e, dopo aver condotto fino in fondo la propria battaglia, ha continuato a condurre la sua vita lontano dai riflettori. Il suo nome è Franca Viola e sulle sue tracce si mettono Chiara, Dafne e Costanza, alle prese con una ricerca per la scuola da svolgere durante le vacanze estive. Scopriranno che Franca Viola aveva la loro età quando, denunciando l’uomo che l’aveva rapita e violentata, si oppose alla cultura che obbligava la vittima di uno stupro a sposare il proprio carnefice, scagionandolo, in tal modo, da qualsiasi tipo di accusa. Tale rimedio era finalizzato a ripristinare l’onore e la reputazione. A salvare, insomma, le apparenze, a scapito della dignità e dei diritti fondamentali di chi, la violenza, l’aveva subita. Scopriranno che, se in Italia quel modo di pensare e quella legge non esistono più, è perché Franca Viola mise in atto una vera e propria rivoluzione. Perché, contro tutto e tutti, ebbe il coraggio di dire no. Con una narrazione lucida e documentata Katja Centomo affronta quello che è stato un passaggio delicato e nodale della nostra storia recente. Una storia che tutte le ragazze e i ragazzi di oggi devono conoscere.

Venerdì 29 giugno, ore 17

Mediateca Montanari Memo

Presentazione del libro con l’Autrice Katia Centomo e Valeria Patregnani (Direttrice Sistema Bibliotecario Fano).

Rassegna “Piccoli asSaggi – La saggistica per diventare grandi” (età consigliata: dai 10 anni)

IL MIO LUNGO VIAGGIO. 90 ANNI DI STORIE VISSUTE

Ha viaggiato nel corpo umano, nella preistoria, nel passato e nel futuro, e ogni volta ci ha portati con sé. Con questo libro, Piero Angela ci accompagna in un viaggio diverso, attraverso due secoli e molti continenti, in mezzo a mille peripezie, incontri, scoperte e avventure: la sua vita. Il principe della divulgazione televisiva, l’autore di decine di bestseller che hanno svelato a tre generazioni di italiani la bellezza della scienza, stavolta ha scritto un libro diverso: «Non è un libro di divulgazione scientifica, ma un racconto personale dedicato al pubblico che da tanti anni mi segue nel mio lavoro, spesso con vero affetto … Il libro racconta le mie esperienze di lavoro, il ‘dietro le quinte’ di oltre mezzo secolo di televisione … Ma per la prima volta rispondo anche a certe domande che spesso mi vengono rivolte in occasione di incontri o conferenze, e che riguardano la mia vita, la mia formazione, gli inizi in rai, il pianoforte, persino la mia infanzia».
Nato nel 1928, testimone oculare di due secoli, ci racconta in modo vivido l’Italia degli anni Trenta e Quaranta, gli anni esaltanti del miracolo economico, la nascita della televisione, la sua straordinaria carriera di giornalista: prima cronista, poi inviato, poi inventore e conduttore di programmi che hanno contribuito a diffondere tra gli italiani una cultura scientifica. Nel libro ci sono decine di aneddoti e di incontri che ne fanno una lettura godibilissima. Ma c’è soprattutto un grande insegnamento, particolarmente prezioso per i giovani che lo venerano come un mito: la passione di sapere e la voglia di scoprire possono portare molto lontano nella vita, e fare di chiunque una persona speciale.

Sabato 30 giugno, ore 19.00

Piazza XX Settembre

Presentazione del libro con l’Autore Piero Angela, Marino Sinibaldi (Direttore Rai Radio 3) e Silio Bozzi (Polizia di Stato, Consulente scientifico-letterario).

Premio Andrea Barbato 2018 a Piero Angela con Massimo Seri (Sindaco di Fano) e Franco Elisei (Presidente Ordine Giornalisti Marche). Col patrocinio dell’Ordine nazionale dei Giornalisti. Premio opera dell’artista Giovanni Bellantuono.

B. COME BASTA

Questo libro è l’inventario di tutto ciò che lorsignori vogliono farci dimenticare di Silvio Berlusconi. I delitti. Le bugie. Le figuracce davanti al mondo. Le intercettazioni indecenti e imbarazzanti. Gli impresentabili nelle sue liste. E soprattutto i danni devastanti che ha prodotto, nei 9 anni dei suoi governi e nei 3 delle larghe intese, in tutti i settori della nostra vita: giustizia, ordine pubblico, economia, finanza, fisco, lavoro, immigrazione, scuola, università, ricerca, sanità, welfare, cultura, televisione, edilizia, ambiente, diritti civili, politica estera, legge elettorale e Costituzione. Ora delle due l’una: o ritroviamo la memoria, oppure continuerà a comandarci anche da morto. Tutto ciò che ha fatto, anzi ci ha fatto Silvio Berlusconi nei suoi primi 81 anni è raccolto in questo libro esplosivo.

Sabato 30 giugno, ore 21.00

Piazza XX Settembre

Presentazione libro con l’Autore Marco Travaglio

Rassegna “Grandi Autori”

UN PAESE SENZA LEADER

Dopo anni di esperienza come editorialista e direttore del quotidiano di via Solferino, Luciano Fontana arriva per la prima volta in libreria con un saggio sulla classe politica italiana e sulla sua inaffidabilità. Partiti che si sgretolano, gruppi politici allo sbando e leader che nel giro di pochi mesi compiono un’inarrestabile ascesa e una rovinosa caduta: queste le pietre angolari di Un paese senza leader. Nei venticinque anni della Seconda Repubblica, gli italiani hanno vissuto il crollo di tutti i tradizionali fronti politici. Luciano Fontana coglie le tensioni generate da queste dinamiche e traccia una panoramica dell’attuale politica italiana: dagli errori della sinistra alla scissione del PD, dalla caduta e rinascita di Berlusconi alle nuove spinte del Centrodestra, dai nuovi esponenti del M5S alla svolta nazionalista della Lega Nord. In un’analisi a tutto campo della controversa politica italiana, e con ritratti inediti di personalità che ha conosciuto «da vicino» (da Berlusconi a Renzi, da Salvini a Grillo, da D’Alema a Veltroni e Prodi), Fontana si chiede se sia possibile ricostruire un corpo di rappresentanza all’altezza della situazione. E soprattutto se ci sia oggi un leader che sappia eliminare odi e rivalità per mettersi davvero al servizio del nostro paese.

Sabato 30 giugno, ore 22.00

Piazza XX Settembre

Presentazione libro con l’Autore Luciano Fontana, Alessandra Sardoni (La 7) e Nicola Morra (Parlamentare)

Rassegna “Grandi Autori”

DIECI COSE DA SAPERE SULL’ECONOMIA ITALIANA. PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

Avrò mai una pensione? L’Europa ci aiuta o ci danneggia? Chi paga il salvataggio delle banche? Se vogliamo prendere le giuste decisioni per la nostra famiglia e per il nostro futuro, occorre capire come funziona l’economia. E a spiegarcela in modo facile facile ci ha pensato il giornalista e scrittore, esperto di economia Alan Friedman con un nuovo libro, Dieci cose da sapere sull’economia italiana prima che sia troppo tardi, la prima guida facile di economia spiegata attraverso dieci questioni.

Sabato 30, ore 23.00

Piazza XX Settembre

Presentazione libro con l’Autore Alan Friedman, Lorenzo Salvia (Corriere della Sera) e Nicola Lacetera (Università di Toronto)

Rassegna “Grandi Autori”

ECOLOGIA DEL DESIDERIO

Siamo sull’orlo della prima estinzione di massa causata da una sola specie, quella che si autodefinisce sapiens. Lanciare l’allarme è giusto: dobbiamo cambiare il modo di produrre e di vivere. Per evitare il collasso degli ecosistemi, racconta Antonio Cianciullo, giornalista da sempre impegnato sui temi ecologici, serve un progetto largamente condiviso, capace di muovere i grandi numeri: energia pulita ed efficiente; edifici a zero emissioni e a grande comfort; sistemi di trasporto più veloci, rilassanti, sicuri; grandi aree verdi come templi di rigenerazione fisica e psicologia; cibi che danno piacere senza farcelo pagare caro. Perché questo avvenga, si deve rendere la prospettiva ecologista, con i suoi formidabili contenuti, seduttiva, desiderabile, a portata di mano.

Sabato 30 giugno, ore 17

Chiesa di San Francesco

Presentazione del libro con l’Autore Antonio Cianciullo e Alberto Pancrazi (Giornalista)

Rassegna “Passaggi di benessere”

ROCK AND RESILIENZA

Paola Maugeri, che nella sua lunga carriera ha incontrato e intervistato più di 1300 artisti, ci racconta come questi personaggi, idolatrati e ammirati in tutto il mondo, non siano semidei moderni ma persone normali che cercano nella musica la forza per ottenere risultati straordinari, spesso sfidando i propri limiti. E se ci sono riusciti loro, possiamo farlo anche noi, attingendo alla nostra innata capacità di resistere alle prove che la vita ci sottopone, trasformando la fatica e il dolore in energia positiva: mettendo in pratica la dote resiliente che come dice Patti Smith “è dentro ognuno di noi, nessuno escluso.” Perché se è vero che “La vita è l’arte dell’incontro” come amava ricordare il grande musicista brasiliano Vinicius De Moraes, “allora a ben guardare, nulla succede per caso, tutti gli incontri nella nostra vita hanno un senso e uno scopo; il più delle volte lo comprendi anni dopo, o magari mai, ma il senso è quello e nessuno è ancora riuscito a convincermi del contrario”.

Sabato 30 giugno, ore 18.00

Chiesa di San Francesco

Presentazione del libro con l’Autrice Paola Maugeri, Catena Fiorello (Scrittrice) e Luca Valentini (Dj, esperto di musica)

Rassegna “Passaggi con Catena”

NEL NOSOCOMIO

Allegoria svelatamente scoperta dell’Italia contemporanea, Nel nosocomio restituisce, non troppo metabolizzata, l’allucinazione kafkiana di un Paese per vecchi, la protervia disgustosa della volgarità e dell’ignoranza al potere, dove l’amore per la bellezza è svanito nei vapori goduriosi di quei centri di wellness teledipendenti che hanno sostituito ogni forma civile di aggregazione sociale, dove l’eterna giovinezza apparente del vecchiume imperante uccide ogni giorno i giovani, con lo scippo e lo stillicidio del loro e nostro non futuro. Nel nosocomio è una tragedia classica negata, mira dritto ad una catarsi impossibile, ogni suo pezzetto è un gesto verbale apotropaico contro un orrore privo di ogni sia pur minimo fascino conradiano, l’orrore della vita affogata nel trash, parodia del kafkismo novecentesco decaduto a ridicolo.

Sabato 30 giugno, ore 21.15

Chiesa di San Francesco

Presentazione dei libri Nel nosocomio (Effigie) e Crolli (Dei Merangoli) con l’Autrice Rosaria Lo Russo, Vito Bonito (Poeta e critico letterario) e Marilena Renda (Poetessa e scrittrice). In collaborazione con la rivista Versodove

Rassegna “Passaggi DiVersi”

CROLLI

Le cose assistono al disfarsi di corpi e rapporti in ambienti domestici permeabili e penetrabili al rovinio del fuori; il dolore, protagonista nascosto e pudico di questa raccolta, è insieme pubblico e civile, segno di tempi irrimediabilmente trascorsi, e privato, segno di storie concluse e corpo trasformato […].

Sabato 30 giugno, ore 21.15

Chiesa di San Francesco

Presentazione dei libri Nel nosocomio (Effigie) e Crolli (Dei Merangoli) con l’Autrice Rosaria Lo Russo, Vito Bonito (Poeta e critico letterario) e Marilena Renda (Poetessa e scrittrice). In collaborazione con la rivista Versodove

Rassegna “Passaggi DiVersi”

BRUCIA

Anni Ottanta, provincia toscana, un paesino senza nome, cresciuto attorno a una grande fabbrica che dà lavoro a chiunque. È qui che Tamara e Maria si conoscono: due vicine di casa che hanno ben poco in comune. La prima è un’adolescente di famiglia borghese, la seconda è un’operaia trentenne, alle dirette dipendenze della madre di Tamara. Nonostante queste differenze, tra le due si instaura un rapporto di complicità, quasi un legame tra sorelle che è però continuamente messo in discussione dalla realtà che le circonda: una è ancora alle prese con le prime cotte, l’altra affronta un momento delicato della propria convivenza; una ha tutta la vita davanti, l’altra è ostaggio di un passato di aspettative deluse; una vive inconsapevolmente nel benessere, l’altra non ne può più del suo lavoro. Ed è proprio lungo quest’ultima crepa, quella della diversa estrazione sociale, che si apre la voragine che le divide: un ostacolo che Tamara ignora, ma che Maria sente crescere davanti a ogni piccola difficoltà del suo quotidiano. Sarà la fabbrica, culla di aspirazioni e tensioni sociali, a ridisegnare i confini del loro rapporto. E lo farà chiedendo un caro prezzo, con la spietata grazia di un mostro d’acciaio.

Sabato 30 giugno, ore 19.00

Palazzo de Pili

Presentazione del libro con l’Autrice Silvia Rocchi e con Alessio Trabacchini (Fumettologica, Bilbolbul Festival)

Rassegna “Passaggi fra le Nuvole”

RAGAZZE CON I NUMERI

Quindici storie di scienziate, quindici storie di donne contro gli stereotipi di genere. Vite fatte di coraggio, fatica, entusiasmo, e soprattutto di sogni che si avverano. Ci sono Valentina Tereshkova, la prima donna al mondo ad andare nello spazio; Jane Goodall, etologa, considerata l’unico essere umano mai accettato da una comunità di scimpanzé selvatici; Rita Levi Montalcini, che ha saputo proseguire il suo lavoro nonostante le persecuzioni razziali; le sue scoperte hanno aperto la strada a nuove cure per molte malattie. E ancora, Margaret Mead, tra le prime donne a fare ricerca antropologica sul campo; ha dimostrato che l’ambiente e la cultura in cui viviamo influenzano le nostre vite. Katherine Johnson, matematica che ha dato un contributo fondamentale alla ricerca spaziale statunitense; è l’emblema di come il colore della pelle non abbia niente a che vedere con la preparazione scientifica. L’intento di queste storie di donne, narrate in prima persona, è far emergere una passione nata in giovane età, la tenacia nel perseguire un obiettivo, gli ostacoli che le protagoniste hanno dovuto affrontare in quanto donne e il traguardo raggiunto.

 

Sabato 30 giugno, ore 17

Mediateca Montanari Memo

Presentazione del libro con le Autrici Vichi De Marchi e Roberta Fulci, e Valeria Patregnani (Direttrice Sistema Bibliotecario Fano)

Rassegna “Piccoli asSagg – La saggistica per diventare grandii” (età consigliata: dagli 8 anni)

 

AVVOLTOI. ACQUA, RIFIUTI, TRASPORTI, SERVIZI SCADENTI, TARIFFE ALLE STELLE: ECCO CHI SI ARRICCHISCE

Ci avete fatto caso? Le tariffe crescono sempre di più: l’acqua dell’89% negli ultimi 6 anni, i trasporti del 30% negli ultimi 13 anni, alcune autostrade addirittura del 200% negli ultimi 14 anni. Eppure in cambio abbiamo servizi sempre peggiori: treni insicuri e superaffollati, autobus in ritardo, rubinetti a secco, cumuli di immondizia sotto casa, discariche a cielo aperto, ponti che crollano in autostrada. I cittadini, ormai, ne hanno le tasche piene dei disagi. E intanto gli Avvoltoi, quelli che si divorano il Paese alla faccia nostra, hanno le tasche piene dei nostri soldi. Dietro i servizi che non funzionano, infatti, non ci sono solo la casualità e la solita italica propensione all’inefficienza. Ci sono anche tante persone che si arricchiscono. Ed è proprio per questo che i servizi continuano a non funzionare: perché a troppi conviene che vada avanti così. Avvoltoi è un viaggio inedito e clamoroso tra le vere ragioni dei nostri disagi quotidiani. Questa inchiesta svela per la prima volta, e con un linguaggio comprensibile a chiunque, gli interessi nascosti che stanno depredando la nostra vita quotidiana. Quello, insomma, che ogni giorno ci ruba tempo, salute, soldi e serenità. Il libro è stato scritto con una speranza: se tante persone lo leggeranno e ne parleranno, forse qualcosa potrebbe cominciare a cambiare. Gli Avvoltoi di tutti i luoghi e di tutte le epoche, infatti, hanno un unico grande alleato: l’oscurità. Portarli alla luce e guardarli in faccia significa già cominciare a sconfiggerli. O, per lo meno, cominciare a sconfiggere la tentazione di diventare come loro.

Domenica 1 luglio, ore 19.00

Piazza XX Settembre

Presentazione del libro con l’Autore Mario Giordano e con Lorenzo Salvia (Corriere della Sera)

Rassegna “Grandi Autori”

NOI TUTTI

Un “nuovo Sessantotto” non basterebbe: occorre qualcosa di più e di meglio, se gli esseri umani vogliono avere un futuro.» A distanza di cinquant’anni, uno dei grandi protagonisti di quella gloriosa stagione di protesta torna a confrontarsi con le conquiste e le delusioni di un movimento che voleva cambiare il mondo. Il bilancio di Mario Capanna è in chiaroscuro, ma ancora oggi non viene meno la fiducia nella possibilità di creare una società più giusta e la convinzione dell’attualità di quel messaggio di speranza. Perché, pur scontrandosi contro una globalizzazione che aumenta drammaticamente le disuguaglianze, c’è ancora una lezione che le nuove generazioni possono imparare da quegli anni carichi di speranza e vitalità, ed è riassunta in un pronome: noi. È solo con la capacità di andare oltre l’individualismo, con la forza di ragionare insieme per migliorarsi, con l’impegno a procedere aldilà dell’isolamento che è ancora possibile costruire un futuro per noi, per il pianeta che abitiamo, e per tutti quelli che verranno.

Domenica 1 luglio, ore 21

Piazza XX settembre

Presentazione del libro con l’Autore Mario Capanna

Rassegna “Grandi autori”

LA MEMORIA RENDE LIBERI

«Un conto è guardare e un conto è vedere, e io per troppi anni ho guardato senza voler vedere». Liliana ha otto anni quando, nel 1938, le leggi razziali fasciste si abbattono con violenza su di lei e sulla sua famiglia. Discriminata come “alunna di razza ebraica”, viene espulsa da scuola e a poco a poco il suo mondo si sgretola: diventa “invisibile” agli occhi delle sue amiche, è costretta a nascondersi e a fuggire fino al drammatico arresto sul confine svizzero che aprirà a lei e al suo papà i cancelli di Auschwitz. Dal lager ritornerà sola, ragazzina orfana tra le macerie di una Milano appena uscita dalla guerra, in un Paese che non ha nessuna voglia di ricordare il recente passato né di ascoltarla. Dopo trent’anni di silenzio, una drammatica depressione la costringe a fare i conti con la sua storia e la sua identità ebraica a lungo rimossa. «Scegliere di raccontare è stato come accogliere nella mia vita la delusione che avevo cercato di dimenticare di quella bambina di otto anni espulsa dal suo mondo. E con lei il mio essere ebrea». Enrico Mentana raccoglie le memorie di una testimone d’eccezione in un libro crudo e commovente, ripercorrendo la sua infanzia, il rapporto con l’adorato papà Alberto, le persecuzioni razziali, il lager, la vita libera e la gioia ritrovata grazie all’amore del marito Alfredo e ai tre figli. Un racconto emozionante su uno dei periodi più tragici del nostro secolo che invita a non chiudere gli occhi davanti agli orrori di ieri e di oggi, perché «la chiave per comprendere le ragioni del male è l’indifferenza: quando credi che una cosa non ti tocchi, non ti riguardi, allora non c’è limite all’orrore».

Domenica 1 luglio, ore 22

Piazza XX settembre

Presentazione del libro con l’Autrice Liliana Segre e Bianca Berlinguer (Rai 3)

Premio Passaggi FestivaL
Rassegna “Grandi Autori”

EVENTO FESTIVAL: “La storia di Miss Sarajevo. Niente pezzi scelti, per favore”. Liliana Segre incontra Inela Nogic (Miss Sarajevo 1993) con Giovanni Belfiori (Direttore Passaggi Festival)

LUNA DEL MATTINO

La storia di Tommi, ragazzino delle medie, di alcuni suoi amici e parenti e di una giornata particolare, in una periferia urbana, durante l’inverno più caldo degli ultimi cent’anni. Ventiquattro ore in rivolta, in cui tutto accelera, muore e rinasce. Una storia di sangue e fiocchi di neve. L’adrenalina del mattino, il cuore della notte. Luna del mattino è un romanzo a fumetti vasto e coraggioso, lucido e spietato nel disegnare la contemporaneità. Cattani narra con onesta vicinanza e aderenza alla realtà, ma inframmezza il racconto di formazione di Tommi con sequenze oniriche affascinanti, inaspettate e travolgenti. La conferma di uno degli autori più interessanti del panorama del fumetto contemporaneo: un libro che resta impresso nella memoria e lascia il segno, tra suggestioni di Pasolini, Magnolia di Paul Thomas Anderson e Non essere cattivo di Caligari.

Domenica 1 luglio, ore 19.00

Palazzo de Pili

Presentazione libro con l’Autore Francesco Cattani e con Alessio Trabacchini (Fumettologica, Bilbolbul Festival)

Rassegna “Passaggi fra le Nuvole”

UNA RAGAZZA IN CIMA

La storia vera di Henriette D’Angeville che, a metà Ottocento, fu la prima donna a scalare il monte Bianco, sfidando pregiudizi e stereotipi, e aprendo una nuova via nel modo di vivere la montagna e non solo.

Domenica 1 luglio, ore 17

Mediateca Montanari Memo

Presentazione libro con l’Autrice Francesca Brunetti e Valeria Patregnani (Direttrice del Sistema Bibliotecario di Fano).

Rassegna “Piccoli asSaggi – La saggistica per diventare grandi”

DURANTE L’INCONTRO: laboratorio di ritaglio e costruzione degli abiti della scalatrice con Silvia Vanni e Letizia Villatora      (età consigliata: dai 7 anni)

CONDIVIDI!