LIBRI 2018

Pagina a cura di Alessandra Rossi

DI CUORE E DI CORAGGIO. LA MIA STORIA, LA MIA CUCINA

Avere una passione più forte di ogni condizionamento è cosa preziosa, soprattutto se è così intensa da far deragliare un percorso intrapreso, da portare a investire giovanissimi in un’impresa, a cimentarsi in una disciplina che non è gentile con il gentil sesso, a farlo in un luogo del cuore e non “opportuno”, a sfidare la sorte e a vincere. In questo libro Antonia, prima donna giudice di Masterchef Italia, si racconta con coraggio e ci apre le porte del suo mondo. Un itinerario biografico ed emotivo nella creazione della cucina di Antonia. Un ricco ricettario che richiama alla terra (ai colori, gli odori e i sapori del bosco e dell’orto), ma anche alla famiglia (alle etnie, identità e grandi tradizioni culturali e gastronomiche).

Giovedì 28 giugno, ore 19
Piazza XX settembre
Presentazione del libro con l’autrice Antonia Klugmann
Rassegna “Grandi autori”

IMPERI CRIMINALI. I BENI CONFISCATI E IL FALLIMENTO DELLO STATO

Sempre più ricche e sempre più nascoste, le mafie ripuliscono i loro soldi dentro e fuori i confini nazionali. Nell’era della comunicazione senza frontiere, al passo con i tempi, le organizzazioni criminali italiane si alleano con quelle straniere per una spartizione del potere che non è più geografica ma rigorosamente economica. È valutato intorno ai 30 miliardi di euro il patrimonio confiscato in questi ultimi anni a Cosa Nostra, ’Ndrangheta e Camorra. Un tesoro che lo Stato non ha saputo gestire. Più si sono moltiplicati i sequestri dei beni, più è affiorata – fra scandali e ritardi e fallimenti – l’inadeguatezza di agenzie governative e apparati giudiziari. Una “guerra” contro le mafie che, al momento, è persa.

Giovedì 28 giugno, ore 21
Piazza XX settembre
Presentazione del libro con l’autore Attilio Bolzoni, Letizia Battaglia (fotografa) e Adriano Turrini (Presidente Coop Alleanza 3.0)
Rassegna “Grandi Autori”

IMMIGRAZIONE. CAMBIARE TUTTO

Le migrazioni ci sono. Sono sempre di più e saranno ancora di più in futuro. Non è più il tempo dei problemi senza risposta: è il momento delle soluzioni. L’immigrazione è un fenomeno strutturale da decenni. Tuttavia è sempre stato affrontato in termini di emergenza, come fosse un fatto episodico. Ma l’estensione, la qualità e la quantità del processo sono tali da esigere una soluzione complessiva, che non sottovaluti il malessere diffuso nell’opinione pubblica. L’immigrazione irregolare, il trafficking (i suoi costi e i suoi morti), i salvataggi, i respingimenti, la gestione dei richiedenti asilo con le sue inefficienze, le forme dell’accoglienza. E ancora, i problemi legati ai rimpatri, alla cittadinanza, alle implicazioni delle diverse appartenenze religiose: è urgente e necessaria una riflessione critica onesta su tutte le questioni che accompagnano le migrazioni attuali, affrontando quelle più spinose, con il coraggio di proposte radicali.

Giovedì 28 giugno, ore 22
Piazza XX settembre
Presentazione del libro con l’autore Stefano Allievi, Marco Minniti (Ministro dell’Interno), Alessandra Longo (La Repubblica) e Marino Sinibaldi (Direttore Rai Radio 3)
Rassegna “Grandi Autori”

«In queste pagine vorrei provare a spiegare perché la scelta vegana è una scelta salutare, cercando di farlo con parole semplici, di tutti i giorni, proprio come farebbe un’amica.» Fino a pochi anni fa Claudia Zanella, modella e attrice, non sapeva nulla di corretta alimentazione, né si preoccupava in modo particolare della propria salute. Una trattoria romana e un video spedito da un’amica hanno cambiato per sempre la sua vita e il suo modo di nutrirsi. Claudia è ora naturopata e vegana convinta, impegnata con competenza, simpatia e dolcezza a cambiare anche la vita di chi le sta a cuore. In questo libro racconta come è riuscita a trasformare il suo modo di mangiare, di fare la spesa, di cucinare. Il suo è un percorso che propone un vero e proprio stile di vita per conquistare salute e benessere con il sorriso. Spiegato da lei sembra persino facile e divertente!

Giovedì 28 giugno, ore 18
Chiesa di San Francesco
Presentazione del libro con l’autrice Claudia Zanella e Catena Fiorello
Rassegna “Passaggi con Catena”

COCO

Gabrielle Coco Chanel incarna ancora oggi l’emblema della donna imprenditrice. Ha dimostrato a tutti e a tutte che con il solo lavoro è possibile arrivare laddove nessuno era arrivato prima: a costruire una fortuna immensa contribuendo in modo determinante alla causa femminile. Chanel ha infatti restituito alle donne la libertà e l’ha fatto attraverso la moda, eliminando busti, velette e imbottiture che ne limitavano i movimenti e definivano l’immagine femminile come immagine di fragilità e leziosità. Ricordata per il suo stile e il suo carattere inconfondibili – con le  larghe narici, gli occhi vispi, il caschetto corto, la sigaretta tra le labbra, le forbici al collo e la verve polemica  – rappresenta la donna sicura, sola e autosufficiente, amante delle arti e del lavoro. La sua è la storia di un’incredibile ascesa: la rivincita della contadina. Figlia di ambulanti, divenuta ricchissima e celebre in tutto il mondo, da adulta ha rinnegato le umili origini e l’infanzia trascorsa in orfanatrofio e ha costruito una biografia personale, mistificando la realtà. Il libro ripercorre invece la vita rinnegata, illustrando le ascese e le cadute di Coco, dai tentativi fallimentari di diventare cantante di caffè-concerto all’umiliazione di essere l'”irregolare” di Etienne de Balsan, dalle prime attività come modista a Parigi e Deauville fino alla nascita dell’impero Chanel con la collaborazione dell’adorato Boy Capel. Per non dimenticare il rapporto con la spia tedesca Spatz, l’accusa di collaborazionismo con il regime nazista e la fine della casa di moda, gloriosamente rinata negli anni Cinquanta, con il favore americano. Elena Triolo ha elaborato – con il suo tratto sicuro e graffiante – un’interpretazione fiera e altera della stilista, non senza un tocco di ironia. Ha scelto di utilizzare una palette giocata esclusivamente sui colori base della moda Chanel.

Giovedì 28 giugno, ore 17
Mediateca Montanari Memo
Presentazione del libro con l’autrice Lorenza Tonali e con Valeria Patregnani (Direttrice Sistema Bibliotecario Fano)
Rassegna “Piccoli assaggi – La saggistica per diventare grandi”

PER FORTUNA FACCIO IL PROF

Questo non è un libro di denuncia dei mali dell’università. Non si parla dello Stato che non investe nella ricerca, e nemmeno delle distanze siderali tra impianti, aule, tecnologie didattiche degli atenei italiani d’eccellenza e quelle dei maggiori atenei stranieri. E nemmeno delle borse di studio e degli stipendi, o delle leggi e delle burocrazie. Questo libro è un inno alla bellezza dell’insegnare e del vivere in università. Racconta il piacere delle sfide culturali, la meraviglia dell’incontro con le generazioni più giovani, la scoperta di realtà e sentimenti sempre nuovi, la ricchezza nascosta dei percorsi collettivi. Narra la fortuna di vedersi affidate dal destino giovani vite in cerca di senso e di diventarne parte. Spiega che la cultura scientifica può farsi cultura civile e propagarsi, a un certo punto, come incendio nella prateria.

Venerdì 29 giugno, ore 19
Piazza XX settembre
Presentazione del libro con l’autore Nando Dalla Chiesa
Rassegna “Grandi Autori”

ORGOGLIO E PREGIUDIZI. IL RISVEGLIO DELLE DONNE AI TEMPI DI TRUMP

Questo libro comincia una mattina a Washington, il 21 gennaio 2017, giorno della marcia storica di un milione di donne contro il presidente Trump, e attraversa in presa diretta gli Stati Uniti fino ad arrivare in Italia. Un viaggio ricco di incontri e storie appassionanti, spesso difficili, molte delle quali sconosciute. Un racconto intenso, che cattura pagina dopo pagina sempre tenendo ferma l’attenzione sui fatti e su cosa resta da fare per raggiungere una reale parità. Le donne sono tornate ad alzare la voce chiedendo stesse opportunità di carriera, stessi salari e diritti. Dalle campionesse dello sport alle scienziate più geniali, dalle attrici di Hollywood a tante donne comuni che si stanno preparando per entrare in politica alla ricerca di una rivincita. Dai corsi dedicati alle bambine sull’autostima alle esperienze nei college, dove si cerca di arginare il dramma degli stupri. E ancora le giornaliste delle redazioni più importanti al mondo che hanno affrontato sfide eccezionali a testa alta. Leggerete storie di donne famose come quella di Megyn Kelly, star tv di Fox News e NBC, che ha osato sfidare Trump in diretta tv, e storie di donne sconosciute, ma altrettanto potenti, come la libraia italiana che promuove la diffusione dei libri di scienza alle ragazze (perché scienza e matematica non sono appannaggio dei maschi, anzi). Sempre con l’attenzione puntata sul nostro paese, dove tanta strada è stata fatta ma tanta ne resta ancora da percorrere per una società più equa. Questo libro ci aiuta a vedere dove siamo arrivati. Le storie che incontrerete saranno un ottimo spunto di riflessione per riaprire un dialogo e affrontare il cammino che rimane, uomini e donne insieme.

Venerdì 29 giugno, ore 21
Piazza XX settembre
Presentazione del libro con l’autrice Tiziana Ferrario, Catena Fiorello e Emanuele Contu !(INVIATO, IN ATTESA DI RISPOSTA)! Rassegna “Grandi Autori”

GENERARE DIO

La figura della Vergine col suo bambino ha svolto un ruolo straordinario nella civiltà europea. Attraverso questa immagine, che assume forme diversissime, che è chiamata e invocata con nomi anche contrastanti, questa civiltà non ha pensato soltanto il proprio rapporto col divino, la relazione di Dio con la storia umana, ma l’essenza stessa di Dio. Perché Dio è generato da una donna? Pensare quella Donna costituisce una via necessaria per cogliere quell’essenza. E le grandi icone di quella Donna, come la Madonna Poldi Pezzoli del Mantegna, non sono illustrazioni di idee già in sé definite, bensì tracce del nostro procedere verso il problema che la sua presenza incarna.

Venerdì 29 giugno, ore 22
Piazza XX settembre
Presentazione del libro e della collana de Il Mulino “Icone, pensare per immagini” con l’autore Massimo Cacciari e Pietro Del Soldà (Rai Radio 3)
Rassegna “Grandi Autori”

ROMPERE IL SILENZIO

Un libro di denuncia, scomodo, unico nel suo genere, “rompe il silenzio” sul tabù della violenza sui bambini, sulle donne, sulle madri. Con uno stile giornalistico, ma con un rigore scientifico, l’autore, dopo una ricostruzione storica di svelamento dei modelli adultocentrici, nella seconda parte ricostruisce l’azione sociale e culturale di una nutrita schiera di intelletuali favorevoli alla pedofilia; infine affronta il tema del “negazionismo” criticando i “cattivi maestri” che hanno contribuito a diffondere una cattiva e falsa “scienza” (la Sindrome di Alienazione Parentale – PAS – La Sindrome del Falso Ricordo – Le false denunce, ecc.) contro i diritti dei bambini e delle donne.

 

Venerdì 29 giugno, ore 23
Piazza XX settembre
Presentazione del libro con l’autore Andrea Coffari e Max Laudadio (FORSE)
Rassegna “Grandi Autori”

ECOLOGIA DEL DESIDERIO

Siamo sull’orlo della prima estinzione di massa causata da una sola specie, quella che si autodefinisce sapiens. Lanciare l’allarme è giusto: dobbiamo cambiare il modo di produrre e di vivere. Per evitare il collasso degli ecosistemi, racconta Antonio Cianciullo, giornalista da sempre impegnato sui temi ecologici, serve un progetto largamente condiviso, capace di muovere i grandi numeri: energia pulita ed efficiente; edifici a zero emissioni e a grande comfort; sistemi di trasporto più veloci, rilassanti, sicuri; grandi aree verdi come templi di rigenerazione fisica e psicologia; cibi che danno piacere senza farcelo pagare caro. Perché questo avvenga, si deve rendere la prospettiva ecologista, con i suoi formidabili contenuti, seduttiva, desiderabile, a portata di mano.

Venerdì 29 giugno, ore 19
Chiesa di San Francesco
Presentazione del libro con l’autore Antonio Cianciullo
Rassegna “Passaggi di benessere”

MENOPAUSA PIÙ VITA

Succede un giorno, quasi all’improvviso. O, perlomeno, all’improvviso ci rendiamo conto che qualcosa in noi sta profondamente cambiando. Nel nostro fisico, nel nostro umore: piccoli grandi fastidi, malinconie inspiegabili. Si manifestano così i primi sintomi della menopausa: per alcune già dai 40 anni, ma mediamente attorno ai 50. Poiché ora l’aspettativa di vita media femminile arriva a 85 anni, davanti a noi abbiamo tre decenni abbondanti, una seconda metà dell’esistenza da affrontare al meglio. Questa, la contabilità. Diventa cruciale dunque informarsi. Perché la menopausa coinvolge il corpo, la mente, l’immagine di noi stesse e quindi come ci vedono gli altri: dalle vampate all’insonnia, dalle ultime indicazioni sulle terapie ormonali e naturali a una nuova sessualità, è essenziale valutare tutte le tematiche senza tabù ma nemmeno superficialità, senza pregiudizi ma nemmeno partigianerie. L’approccio dell’autrice, da giornalista e da donna, è semplice e confortante: ogni argomento è trattato da un panel di 10 esperte rigorosamente al femminile (ginecologa, nutrizionista, farmacista, psichiatra, medico estetico, omeopata, reumatologa, ma anche cosmetologa, estetista e parrucchiera). Domande mirate e risposte chiare che ci danno la possibilità di formarci una nostra fondata opinione.

 

 

Venerdì 29 giugno, ore 18
Chiesa di San Francesco
Presentazione del libro con l’autrice Elena Mora
Rassegna “Passaggi con Catena”

MARE D’INVERNO

A vent’anni dal suo ultimo volume uscito nello Specchio, Una quieta polvere, Vivian Lamarque torna ai suoi lettori con un’opera dedicata agli affetti familiari, in particolare per la madre scomparsa (anzi, per le madri: quella biologica e quella adottiva); affronta inoltre in questi versi alcuni temi a lei cari come il trascorrere del tempo, mentre riappare la fresca molteplicità della vita, “la bella famiglia d’erbe e di animali”.

Venerdì 29 giugno, ore 21
Chiesa di San Francesco
Presentazione del libro con l’autrice Vivian Lamarque
Rassegna “Passaggi diversi”

FRANCA VIOLA. LA RAGAZZA CHE DISSE NO

Beato il popolo che non ha bisogno di eroi. Ma purtroppo quel popolo ancora non esiste, e senza eroi saremmo perduti. Non stiamo parlando di individui con tutine attillate e superpoteri: la ragazza che nel 1965, all’età di 16 anni, ha cambiato per sempre il corso della Storia italiana era una persona normalissima, vive tuttora in un piccolo paese vicino a Palermo e, dopo aver condotto fino in fondo la propria battaglia, ha continuato a condurre la sua vita lontano dai riflettori. Il suo nome è Franca Viola e sulle sue tracce si mettono Chiara, Dafne e Costanza, alle prese con una ricerca per la scuola da svolgere durante le vacanze estive. Scopriranno che Franca Viola aveva la loro età quando, denunciando l’uomo che l’aveva rapita e violentata, si oppose alla cultura che obbligava la vittima di uno stupro a sposare il proprio carnefice, scagionandolo, in tal modo, da qualsiasi tipo di accusa. Tale rimedio era finalizzato a ripristinare l’onore e la reputazione. A salvare, insomma, le apparenze, a scapito della dignità e dei diritti fondamentali di chi, la violenza, l’aveva subita. Scopriranno che, se in Italia quel modo di pensare e quella legge non esistono più, è perché Franca Viola mise in atto una vera e propria rivoluzione. Perché, contro tutto e tutti, ebbe il coraggio di dire no. Con una narrazione lucida e documentata Katja Centomo affronta quello che è stato un passaggio delicato e nodale della nostra storia recente. Una storia che tutte le ragazze e i ragazzi di oggi devono conoscere.

Venerdì 29 giugno, ore 17
Mediateca Montanari Memo
Presentazione del libro con l’autrice Katia Centomo
Rassegna “Piccoli assaggi – La saggistica per diventare grandi”

NOI TUTTI

Un “nuovo Sessantotto” non basterebbe: occorre qualcosa di più e di meglio, se gli esseri umani vogliono avere un futuro.» A distanza di cinquant’anni, uno dei grandi protagonisti di quella gloriosa stagione di protesta torna a confrontarsi con le conquiste e le delusioni di un movimento che voleva cambiare il mondo. Il bilancio di Mario Capanna è in chiaroscuro, ma ancora oggi non viene meno la fiducia nella possibilità di creare una società più giusta e la convinzione dell’attualità di quel messaggio di speranza. Perché, pur scontrandosi contro una globalizzazione che aumenta drammaticamente le disuguaglianze, c’è ancora una lezione che le nuove generazioni possono imparare da quegli anni carichi di speranza e vitalità, ed è riassunta in un pronome: noi. È solo con la capacità di andare oltre l’individualismo, con la forza di ragionare insieme per migliorarsi, con l’impegno a procedere aldilà dell’isolamento che è ancora possibile costruire un futuro per noi, per il pianeta che abitiamo, e per tutti quelli che verranno.

Domenica 1 luglio, ore 21
Piazza XX settembre
Presentazione del libro con l’autore Mario Capanna
Rassegna “Grandi autori”

LA MEMORIA RENDE LIBERI

«Un conto è guardare e un conto è vedere, e io per troppi anni ho guardato senza voler vedere». Liliana ha otto anni quando, nel 1938, le leggi razziali fasciste si abbattono con violenza su di lei e sulla sua famiglia. Discriminata come “alunna di razza ebraica”, viene espulsa da scuola e a poco a poco il suo mondo si sgretola: diventa “invisibile” agli occhi delle sue amiche, è costretta a nascondersi e a fuggire fino al drammatico arresto sul confine svizzero che aprirà a lei e al suo papà i cancelli di Auschwitz. Dal lager ritornerà sola, ragazzina orfana tra le macerie di una Milano appena uscita dalla guerra, in un Paese che non ha nessuna voglia di ricordare il recente passato né di ascoltarla. Dopo trent’anni di silenzio, una drammatica depressione la costringe a fare i conti con la sua storia e la sua identità ebraica a lungo rimossa. «Scegliere di raccontare è stato come accogliere nella mia vita la delusione che avevo cercato di dimenticare di quella bambina di otto anni espulsa dal suo mondo. E con lei il mio essere ebrea». Enrico Mentana raccoglie le memorie di una testimone d’eccezione in un libro crudo e commovente, ripercorrendo la sua infanzia, il rapporto con l’adorato papà Alberto, le persecuzioni razziali, il lager, la vita libera e la gioia ritrovata grazie all’amore del marito Alfredo e ai tre figli. Un racconto emozionante su uno dei periodi più tragici del nostro secolo che invita a non chiudere gli occhi davanti agli orrori di ieri e di oggi, perché «la chiave per comprendere le ragioni del male è l’indifferenza: quando credi che una cosa non ti tocchi, non ti riguardi, allora non c’è limite all’orrore».

Domenica 1 luglio, ore 22
Piazza XX settembre
Presentazione del libro con l’autrice Liliana Segre
Premio Passaggi FestivaL
Rassegna “Grandi Autori”

CONDIVIDI!