Di Placido Raffaele-l'uomo che uccise Mussolini

«”Per ordine del comando generale del Corpo volontari della libertà sono incaricato di rendere giustizia al popolo italiano“. Poi alzò la punta del suo mitra contro Mussolini. Nulla vi era in quel corpo floscio e tremante di fronte a lui che ricordasse il dittatore che per oltre vent’anni aveva tenuto in scacco il paese. Quell’uomo sorretto dalla propria amante, guardava la punta del suo mitra con occhi sbarrati, privo di qualsiasi volontà, come già morto. Quel momento era proprio come se lo era immaginato. Pronto a fare fuoco su un uomo disarmato ed impaurito. Pronto ad eseguire l’ordine. Valerio premette il grilletto. CLICK.»
C’è una pagina della storia d’Italia che ancora muove sentimenti, passioni e reazioni contrastanti. Una pagina ricca di misteri, di retroscena, di eroi e protagonisti inaspettati: la cattura e la morte di Benito Mussolini. Scritto come un romanzo, con un ritmo forsennato e una capacità di tenere il lettore sempre sul filo, il libro racconta gli ultimi giorni del Duce, l’uomo che aveva guidato il Paese trascinandolo nella guerra e alla disfatta, il dittatore che stava per perdere tutto, e i giorni della ribalta del partigiano che lo uccise, Walter Audisio, nome di battaglia Valerio, colui che stava per entrare nella storia dalla porta principale. Raffaele Di Placido prende per mano il lettore e lo porta nei luoghi della cattura di Benito Mussolini, sul lago di Como, nei giorni precedenti, seguendo le concitate fasi dell’arresto e dell’esecuzione, fino a Piazzale Loreto, a Milano, il corpo senza vita esposto insieme a quello di Clara Petacci e nei luoghi in cui Audisio si muove fino all’incontro con l’acerrimo nemico. Tra storia e fiction, questo libro, come in un giallo contemporaneo di cui si conosce già l’assassino, racconta uno degli episodi più decisivi di tutto il Novecento italiano. Infatti, da queste vicende in cui si tratteggia il futuro della nazione, nascerà una nuova Italia.


 


29/06/2024 – Orario: 22:30 - 23:30 – Luogo: FanoChiostro ex Convento delle Benedettine

RAFFAELE DI PLACIDO, “L’uomo che uccise Mussolini” (Piemme) conversa con SARA MANFUSO (Opinionista televisiva, Editorialista La Notizia)
Evento in collaborazione Schnell


0


CONDIVIDI!