passaggi di natale 2019

Passaggi di Natale ritorna anche quest’anno per celebrare, attraverso la gioia di leggere e discutere di libri, l’arrivo della stagione delle feste e della voglia di riflessione che sempre porta con sé.

Passaggi di Natale per i bambini

Programma ricco di appuntamenti (tutti a ingresso gratuito), a cominciare dall’incontro con Silvia Vecchini, poetessa e scrittrice di libri per bambini, e Sualzo, al secolo Antonio Vincenti, antropologo e apprezzato illustratore.

Gli autori presentano, insieme a Valeria Patregnani (Direttrice Sistema Bibliotecario Fano), alle ore 18,30 di mercoledì 4 dicembre  nella Mediateca Montanari Memo, il libro Nel Silenzio azzurro. Preghiere dal Mondo (Editoriale San Paolo).

L’opera, un’antologia illustrata di preghiere provenienti dalle varie parti del mondo, è un inno festoso alla comune ricerca di senso, una ricerca che passa anche attraverso una spiritualità autentica, priva di ipocrisie e di formule di maniera.

Fano-Passaggi in città: la Guida Turistica

A una settimana di distanza, mercoledì 11 dicembre, sempre alle ore 18,30, nella stessa sede (Mediateca Montanari Memo), verrà presentata la guida turistica Fano-Passaggi in città, realizzata da Passaggi Cultura per i tipi di Grafiche Ripesi Editori e la curatela di Ippolita Bonci Del Bene.

Assieme alla curatrice, interverranno alcuni degli autori: Alfredo Antonaros, Marco Ferri, Manuela Palmucci, Ermanno Simoncelli, Giorgio Tonelli, Gianni Volpe.

L’opera, articolata in dieci capitoli di dieci voci ciascuno, è una guida agile ma esaustiva che sovverte i codici e le convenzioni del genere sostituendo all’aridità dell’informazione la completezza dell’esperienza.

Fano viene raccontata per la prima volta attraverso le storie, i volti, le abitudini, i riti grandi e piccoli dei suoi abitanti per restituire dei luoghi amati non solo l’anima ma anche il corpo, la ‘materia’ della vita realmente vissuta.

Passaggi di Natale si tinge di rosa al Teatro della Fortuna

Venerdì 13 dicembre, alle ore 18,30, al Teatro della Fortuna, si terrà l’incontro (i biglietti, gratuiti, devono essere prenotati e, poi, ritirati al Botteghino del Teatro) con Monica Guerritore, una delle più note attrici italiane di cinema, televisione e teatro, ora anche autrice, la quale discuterà con la giornalista culturale Jessica Chia (La Lettura – Il Corriere della Sera) del suo libro Quel che so di lei. Donne prigioniere di amori straordinari, edito da Longanesi.

Un testo che si distingue per la grande sensibilità con cui viene raccontata la storia di una delle prime vittime di femminicidio, quella di Giulia Trigona, zia dello scrittore Tomasi di Lampedusa, uccisa nel 1911 da un amante in uno squallido albergo vicino alla Stazione Termini.

Mettendosi al fianco di Giulia, di cui la Guerritore cerca di capire le intenzioni e le fragilità profonde, l’autrice s’interroga su temi insieme antichi e attualissimi quali l’interiorizzazione, soprattutto ma non solo femminile, del mito dell’amore romantico, in un’esplorazione, attraverso il personaggio restituito dalla letteratura alla vita, dei fantasmi e delle insidie delle relazioni passionali che, spesso, dietro l’ardore, nascondono violenza e manipolazione mortifera.

Fuori Passaggi… di Natale

Lunedì 16 dicembre, ore 18.30 la Mediateca Montanari Memo ospiterà Valentina Dallari, DJ, blogger e personaggio televisivo, in dialogo con Carolina Iacucci (Passaggi Cultura) e Ivana Stjepanovic (Radio Speaker e DJ) per presentare al pubblico il suo libro autobiografico Non mi sono mai piaciuta (Piemme).

In un racconto doloroso ma necessario di cadute e rinascita, Valentina Dallari ripercorre senza retorica la storia della sua anoressia, sottraendo un disturbo del comportamento alimentare tragicamente diffuso ai luoghi comuni e alle leggende che spesso lo circondano e, talvolta, non permettono di riconoscerne le radici profonde, quelle ferite che affondano nell’infanzia.

Per concludere Passaggi di Natale

Infine, sabato 21 dicembre, alle 18,30 presso la Mediateca Montanari Memo, si terrà l’ultimo incontro della rassegna, quello con lo scrittore italiano di etnia arbëreshë Carmine Abate (Premio Campiello nel 2012 con il romanzo La collina del vento) che, in conversazione con Carolina Iacucci (Passaggi Cultura), discuterà della sua ultima fatica L’albero della fortuna (Aboca).

Un racconto di formazione ambientato in una terra spesso poco rappresentata dalla letteratura, ma nondimeno dotata di raro fascino, quella Calabria che l’autore ci restituisce con maestria nei suoi suoi grovigli di ataviche complessità e nuove inquietudini.

Per ulteriori informazioni si prega di consultare il sito www.passaggifestival.it o di scrivere a [email protected]

CONDIVIDI!