antologia-dei-poeti-maledetti-vittorio-pagano

Antologia dei poeti maledetti. Visioni metriche. è una raccolta di poesie del 1957 ad opera di Vittorio Pagano. La peculiarità del libro, edito dalla casa editrice Besa Muci, risiede nella fedeltà metrica con la quale l’autore ha tradotto, di suo pugno, i testi originali.

L’autore è stato tra i più importanti traduttori della letteratura francese in Italia e, tra i vari lavori, spiccano anche le pubblicazioni di altri lavori Il poeta contumace (1958), Francese antico (1958), Il miracolo di Teofilo (1962) e l’Assassinio nella cattedrale di Canterbury. (1965)

Tra gli scrittori presi in esame in questo libro, come si evince dal titolo, ci sono alcuni poeti francesi che rientrano per definizione letteraria nella lista dei “maledetti” o “maudits”: Charles Baudelaire, Paul Verlaine, Arthur Rimbaud, Tristan Corbière, Stéphane Mallarmé, Maurice Rollinat e Gérard de Nerval.

Tutti questi autori sono accomunati da delle caratteristiche che possiamo ritrovare nelle loro opere. Pagano ricerca queste sfaccettature e cerca di farle sue per poterle rendere tali anche nella nostra lingua.


Titolo: Antologia dei poeti maledetti
versioni metriche
Autore: Vittorio Pagano
Editore: Besa Muci Editore
ISBN:  ISBN 9788862803052
Pagine: 312
Prezzo di copertina: 24,00 euro
Pubblicazione: 1 gennaio 2020


Se vuoi, puoi acquistare il libro dal nostro sito su Amazon: risparmi e sostieni il Notiziario Culturale e l’associazione di promozione sociale Passaggi Cultura

Formato Cartaceo