Belli_Perlini_foto

Ilaria Perlini nasce a Fano il 24 marzo 1979 e si diploma all’Istituto Statale d’Arte (oggi Liceo Artistico) Adolfo Apolloni.
Si laurea in Lettere Moderne presso l’Università Carlo Bo di Urbino (a.a. 2005-2006), con una tesi in Storia dell’Arte fiamminga e olandese seguita dalla professoressa Francesca Bottacin, con cui continuerà a collaborare negli anni. Nel 2016 frequenta il corso di Alta Formazionedella Summer School Barocco Mediterraneo (Dipartimento DISCUI).
Dal 2009 è Cultrice di Storia dell’Arte fiamminga e olandese presso l’Ateneo urbinate (Dipartimenti DISCUI e DISPeA), presso il quale ottiene anche un incarico di supporto alla didattica (2015-2016) e contratti di collaborazione alle Summer School Barocco Mediterraneo (2017, 2018, 2019).
Nel 2015 partecipa al ciclo di conferenze Minimalia Narrazioni storiche e musicali rinvenute nelle collezioni cittadine, promosse dall’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Fano, con l’intervento “Still Leven, Oggetti di Ferma e Natura Morta: da van Eyck a Carlo Magini”. Da allora prosegue anche un rapporto di collaborazione con l’Associazione Culturale fanese Università dei Saperi Giulio Grimaldi, per cui organizza annualmente dei cicli di lezioni di Storia dell’Arte.
Nel novembre 2011 cura, con Lorenzo Belli e la prefazione di Francesca Bottacin, il volume “Per un itinerario nordico nella Provincia di Pesaro e Urbino. Tracce di artisti fiamminghi, olandesi e tedeschi tra Quattrocento e Settecento”. Precedentemente ha pubblicato l’articolo Artigiani nordici alla corte di Federico da Montefeltro: una proposta per “Rigo Rigi de Alemania” arazziere tra Ferrara e Urbino?, in “Notizie da Palazzo Albani”, n. 39, 2010-2011 (2012).



21/06/2022 – Orario: 21:00 - 22:00 – Luogo: FanoChiostro ex Convento delle Benedettine

LORENZO BELLI e ILARIA PERLINI, “Per un itinerario nordico nella Provincia di Pesaro e Urbino. Tracce di artisti fiamminghi, olandesi e tedeschi tra Quattrocento e Settecento” (Affinità Elettive)
Gli Autori conversano con FRANCESCA BOTTACIN (Storica dell’Arte, Università di Urbino)


0


CONDIVIDI!